Speciale Cersaie 2016

Il Sabia Design Center in trasferta a Bologna per il Cersaie 2016

Giunto alla 34^ edizione, è stato inaugurato lunedì 26 settembre il Cersaie, il salone internazionale della ceramica per l’architettura e l’arredobagno. La cinque giorni dell’evento bolognese, ormai un must per gli addetti ai lavori, vede quest’anno la partecipazione di 852 espositori da 43 nazioni su uno spazio di 156mila mq.
Noi del Sabia Design Center ci siamo stati per scoprire tutte le ultime tendenze in fatto di ceramica e arredobagno. Di seguito, alcuni stand nel dettaglio.

PORCELANOSA

Gli stand Porcelanosa colpiscono sempre per la sfarzosità nell’uso dei metalli accostata all’eleganza della pietra e del Krion. Il gruppo Porcelanosa, quest’anno, ha esposto tutte le ultime novità in due stand: Premium e Porcelanosa GrupoAll’interno dello stand Premium le collezioni esclusive e le proposte delle otto aziende che compongono il gruppo, tra cui lo spazio Ramón Esteve; lo spazio Vitae, la collezione bagno realizzata da Zaha Hadid Design per Noken; e lo spazio Tono, la collezione Foster + Partners per Porcelanosa. Lo stand Porcelanosa Grupo è stato suddiviso a sua volta in cinque aree: l’area di accesso, l’area Lounge, l’area Homely Contract, l’area Porcelanosa Home e lo spazio Urbatek.

IDEA GROUP

Idea Group ha voluto stupire i clienti più affezionati mostrando loro in esclusiva una Preview 2017. Presentate a tutto il pubblico del Cersaie, invece, le nuove finiture e i nuovi colori delle collezioni: Sense, MyTime e NyuObiettivo fondamentale di Idea Group è favorire la personalizzazione degli spazi, per questo le collezioni del noto brand puntano sulla modularità delle soluzioni e su una vasta possibilità di scelta in termini di finiture e colori. A destare molto interesse è stata Cubik, una collezione minimalista, in grado di inserirsi in qualsiasi ambiente, armonizzandosi con i vari stili abitativi.

Cubik nelle parole di Massimo Tommasi:

ATLAS CONCORDE

Al centro dell’esposizione di Atlas Concorde per il Cersaie 2016, pavimenti e rivestimenti che reinterpretano alcuni spazi della quotidianità, in un percorso ibrido tra shopping e benessere. All’interno dello stand spazio per la collezione Brick Atelier, piccole e preziose piastrelle ceramiche da rivestimento; le grandi lastre in gres porcellanato di  Marvel XL; le superfici tridimensionali della collezione 3D Wall Design; e, ancora, la collezione Marvel Gems, che interpreta con eleganza e creatività il tema del terrazzo veneziano, e Room,  un progetto che si ispira a prestigiosi carpet, wallpaper e tessuti d’arredo.

LEA CERAMICHE

Lea Ceramiche presente con la nuova collezione Trame: un progetto multimaterico che abbina armoniosamente tra loro forme e tonalità cromatiche diverse, in un dinamico gioco di illimitati accostamenti e contrasti grafici, sempre coerenti tra loro. Ormai da anni Lea Ceramiche si rivolge ad architetti e designer di fama mondiale per progettare soluzioni in ceramica sempre più innovative. Tra queste sicuramente c’è il progetto Type 32 Slimtech, firmato da Diego Grandi, che oltre ad aver ottenuto il prestigioso “Good Design Award” nel 2014, quest’anno è stato insignito della Menzione D’Onore del Compasso d’Oro ADI 2016.

SERENISSIMA CIR – CERASARDA

Serenissima ha presentato la nuova collezione in gres porcellanato Pierre de France,  ispirata alla pietra del sud della Francia; le nuove serie ceramiche ThaoeNewport 2.0, che sfruttano tutta la bellezza naturale del legno; e la collezione ceramica, Pietra di Borgogna, che si rifà alla matericità della pietra.

Protagonista dello stand di Cir è stato MAT: la serie ceramica, ispirata alla matericità della resina e del cemento. Di grande interesse anche Recupera, la collezione in gres porcellanato che coniuga tutta la bellezza del cotto, del legno e del mattone fiorato,  e Havana, la collezione ceramica che richiama la tradizione della capitale cubana.

Cerasarda presente al Cersaie con Abitare la Terra: un progetto che trae ispirazione dal calore della terra di Sardegna. La collezione è caratterizzata da tonalità cromatiche armoniche arricchite da una gamma di colori a contrasto e da strutture decorative originali.

Il bagno contemporaneo

Venature, sfumature, per riprodurre i segni del tempo; l’abbinamento di texture lisce e in rilievo, per conferire un effetto tridimensionale; e , ancora, tonalità cromatiche dal beige, al grigio, al marrone. Queste, le maggiori tendenze per quanto riguarda i rivestimenti. Nei lavabi l’estetica si unisce alla tattilità: la ceramica incontra nuovi materiali come il velluto e l’ecomalta. Anche i complementi di arredo si fanno minimal. Le dimensioni si riducono, ma non per questo l’estetica viene sacrificata. Obiettivo del bagno contemporaneo è rispondere alle esigenze di praticità, di intercambiabilità e di multifunzionalità.