Rivestimenti: grandi formati e spessori sottili

XLIGHT · Travertino Beige

Perché scegliere rivestimenti extra large e sottili

Sempre più richiesti da progettisti e architetti sia nelle ristrutturazioni che nelle costruzioni ex novo sono i rivestimenti di grandi dimensioni e di sottile spessore.

Questi rivestimenti – che raggiungono anche i 3 m di lato e che hanno uno spessore minimo fino a 3 mm – sono caratterizzati da una grande elasticità e da una elevata versatilità. La loro principale caratteristica è però di carattere estetico: queste soluzioni di grande dimensione si avvicinano al design senza soluzione di continuità, producendo una sensazione di fluidità e linearità non ottenibile con le soluzioni di piccole dimensioni.

Alcune peculiarità

Si tratta di rivestimenti utilizzabili internamente ed esternamente, sia per realizzare pavimenti che rivestimenti di pareti e, grazie allo loro sottigliezza, possono essere sovrapposti anche a soluzioni preesistenti, con un grande risparmio a livello di costi e di tempo di installazione. Sono soluzioni elastiche, ma resistenti (per questo possono essere applicate anche esternamente) e altamente versatili. Le loro applicazioni sconfinano anche nel rivestimento di elementi d’arredo per bagno e cucina: mobili contenitori, isole multifunzione, basi di elementi d’appoggio.

Esistono soluzioni in grès porcellanato, altamente elastiche, lineari, ecosostenibili e di facile manutenzione. Altre soluzioni, invece, sono realizzate attraverso tecnologie di sinterizzazione che miscelano materie prime utilizzate nella produzione di vetro, porcellana e superfici in quarzo. Anche in questo caso si tratta di rivestimenti con un’elevata resistenza agli agenti esterni, facili da pulire ed ecosostenibili. Queste linee di rivestimento sono spesso caratterizzate da una vasta gamma di colori e di motivi tra cui scegliere.

La posa in opera deve essere effettuata da personale specializzato e seguire alcuni regole basilari per essere applicata correttamente. È fondamentale valutare che la superficie dove viene posato il rivestimento sia perfettamente liscia, planare e asciutta. Nel caso in cui si effettui la posa su una pavimentazione preesistente, è opportuno seguire i giunti di dilatazione della superficie sottostante. Inoltre, è indispensabile assicurarsi che non rimangano bolle d’aria sotto la lastra posata.

Tra le soluzioni extra large e sottilissime più innovative, Marvel XL di Atlas Concorde, Gouache Slimtech di Lea Ceramiche e Xlight di Porcelanosa Grupo.