Bonus Alberghi 2018, parti dal bagno

Lo Stato prevede agevolazioni fiscali per le opere di ristrutturazione degli alberghi. Il bonus alberghi 2018 copre tutte le spese impiantistiche termoidrauliche.

Di sicuro è capitato a tutti di effettuare online una prenotazione presso un albergo o una qualsiasi struttura ricettiva. In fase di prenotazione, decidiamo dove soggiornare, leggendo recensioni, guardando foto e seguendo dei criteri di ricerca specifici orientando la nostre scelte verso determinate tipologie di comfort. Sicuramente il bagno, con la sua iconica associazione al relax, rientra nelle tipologie ricercate.

 

Il bagno di un albergo è fondamentale per gli ospiti, attenti in primis che ci sia rispetto per la pulizia e le norme igieniche, e poi che i servizi e le componenti d’arredo seguano i criteri della funzionalità, della cura estetica. Il rispetto per l’accessibilità, e quindi l’assenza di barriere architettoniche, è un altro elemento a cui si presta moltissima attenzione nella scelta finale.

 

Il bagno rappresenta uno spazio vitale, in cui si ricerca privacy e intimità, bisogna quindi curare questo ambiente, utilizzando le stesse accortezze che si dedicano alla realizzazione delle camere e di tutto il resto della struttura.

È in quest’ottica di cura e ammodernamento delle strutture ricettive, magari partendo proprio dai bagni, che si pone il bonus alberghi 2018.

 

Bonus Alberghi 2018

La legge di bilancio 2018 prevede agevolazioni fiscali per ristrutturazioni e altri investimenti per  alberghi, hotel, agriturismo e tutti gli immobili a uso turistico. Parliamo del “Bonus alberghi 2018” che ha lo scopo di incentivare gli interventi di ammodernamento e rendere più fruibili ed efficienti le strutture ricettive.

Grazie a questa agevolazione fiscale, le strutture ricettive beneficiarie potranno ottenere un credito d’imposta pari al 65% (nel 2017 era del 30%) della spesa effettuata per interventi di riqualificazione effettuati dal 1 gennaio 2017 al 31 dicembre 2018. La spesa massima agevolabile non potrà superare la somma di 200 mila euro per ogni struttura ricettiva, mentre il credito d’imposta potrà essere ripartito in 2 quote annuali (a differenza del precedente ripartito in tre).

Il bonus alberghi comprende tutti gli interventi finalizzati alla ristrutturazione edilizia, all’ abbattimento delle barriere architettoniche, all’ aumento dell’efficienza energetica, all’ acquisto di mobili e componenti d’arredo.

L’elenco delle spese ammissibili è molto ampio, vi rientrano tutte le spese impiantistiche termoidrauliche e per i sanitari, a riprova di quanto dicevamo prima sull’ importanza del bagno!

Chi vorrà beneficiare del Bonus dovrà richiedere la Tax Credit Alberghi 2018 per via telematica, attraverso il Portale dei procedimento del MiBACT, dal 1 gennaio al 28 febbraio dell’anno successivo a quello in cui sono state sostenute le spese.

Se vuoi accrescere la competitività e migliorare l’accoglienza, la tua struttura ricettiva necessita del nostro intervento!
Visita il nostro showroom, i nostri consulenti ti spiegheranno come accedere al bonus e ti aiuteranno a scegliere le soluzioni più adatte alle tue esigenze!