Mini Spa domestica, la tua oasi di benessere

Prendersi del tempo per se, rilassarsi e lasciarsi coccolare in un centro benessere desiderio spesso utopico. La soluzione?  Ricreare una mini Spa a casa propria, in fondo come si dice: “Se Maometto non va alla montagna..” Bastano pochi accorgimenti e il gioco è fatto!

 

 

Quante volte siamo rimasti a bocca aperta di fronte alle incantevoli sale da bagno dei migliori centri benessere? Si ha quasi la sensazione che basti semplicemente entrarci per sentirsi già rilassati. Ed è proprio così. L’ambiente conquista lo spirito e predispone il corpo al relax attraverso stimoli visivi, olfattivi e uditivi. Immergersi in acque profumate, al lume di candela con il giusto sottofondo musicale, aiuta a distendere i nervi. Con i giusti accorgimenti è molto semplice trasformare il bagno di casa in una mini Spa.

Rivestimenti Atlas Concorde

Materiali e colori

Il punto di partenza per la nostra mini Spa, è la scelta dei materiali e dei colori. Ricercare materiali naturali, come il legno, il marmo o la pietra, e puntare su una palette cromatica neutra, alleggeriscono lo stress senza sovraccaricare la mente. Per rivestimenti e pavimenti, Atlas Concorde, propone delle collezioni ceramiche che riproducono fedelmente i tre materiali, affiancando un’estetica elegante alle alte performance tecniche.  Si può optare per un gres effetto legno in stile forest therapy o scegliere l’effetto pietra per un approccio più urban style o decidere che il marmo, con la sua eleganza è quello che fa per noi. Questo non significa che non si possa aggiungere un tocco di energia con campiture policromatiche a parete che spaziano dai toni saturi alle nuance pastello come quelli presentati dalla collezione Arkshade.

Complementi d’arredo

Se gli spazi, e il budget lo consentono, è possibile installare moduli che includono bagno turco e sauna integrati alla doccia o montati singolarmente. In alternativa, si può sempre optare per una vasca da bagno avvolgente e idromassaggio o una doccia con soffione Lounge Noken per la cromoterapia. Dopo di che si passa alla scelta dei complementi d’arredo sempre prestando attenzione al principio minimal del decluttering ossia liberare gli spazi per alleggerire la mente. Candele profumate e oli essenziali, orchidee, bonsai  e fiori freschi per un tocco green, e ancora tendaggi e tappeti sui toni del bianco, sono tutti elementi che garantiscono comfort e privacy al nostro ambiente.

 

 

Ultimo passo da compiere, e non per importanza, nella nostra mini Spa domestica, è la scelta della giusta illuminazione. Optare per candele e lampade che offrano una luce soffusa non è sufficiente se la loro collocazione crea ombre sul soffitto che possono distrarci e influenzare il nostro relax una volta distesi nella vasca.

Se non vuoi permettere allo stress di avere la meglio, contattaci!’ E’ arrivato il momento di trasformare il tuo bagno in una Spa!